Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Il criceto parlante

Una rivista online in continua evoluzione.


Decoder per il digitale terrestre: come sceglierlo?

Pubblicato da Laura su 20 Luglio 2011, 12:40pm

Tags: #Guide all'acquisto

1-A-TEAC-high-definition-DVB-T-receiver-with-.jpgDopo la scomparsa del segnale analogico, dotarsi di un decoder è divenuto essenziale per poter vedere la tv digitale; ipermercati, negozi di elettronica tradizionali e online presentano assortimenti e offerte di decoder molto vantaggiose così, scegliere diventa difficile. I bollini, definiti dall’associazione DGTVi indicano ai consumatori qualità e caratteristiche del decoder, fornendo un primo valido aiuto.

Gli zapper

La prima “scrematura” per chi è alla ricerca di un decoder è tra i non interattivi (decoder zapper) e gli interattivi mhp; i primi (bollino grigio) si appoggiano come un comune decoder su un piano vicino all’apparecchio televisivo e si limitano a recepire il segnale televisivo gratuito senza offrire ulteriori vantaggi, conseguentemente sono molto meno costosi rispetto ai secondi. Tra i non interattivi è possibile scegliere quelli che offrono la possibilità di ordinare manualmente i canali o permettere al decoder di farlo in automatico, aggiornano il software e offrono la guida elettronica dei programmi; per collegare però anche altri apparecchi come lettori dvd o videoregistratori sarà necessario verificare che siano presenti ulteriori prese scart. Disponendo di un decoder non interattivo si potranno comunque visualizzare i canali a pagamento acquistando una cam.

Alcuni decoder si installano direttamente nella presa della smart card del televisore ovviando al problema dello spazio occupato sul mobile, anche in questo caso è possibile scegliere tra interattivi e non.

Interattivi, HD, On Demand e digital key

Se l’intenzione (anche ipotetica) è usufruire dell’offerta televisiva a pagamento ci si dovrà orientare su un box interattivo che tramite l’alloggiamento per la tessera consente di visualizzare i bouquet acquistati ma anche connettersi alla linea telefonica e interagire, quando richiesto, con taluni programmi televisivi per partecipare a sondaggi, quiz e molto altro. Il bollino che li caratterizza è blu.

I decoder HD (bollino gold), perfetti per chi abbia un televisore predisposto alla visione di canali e programmi in alta definizione, possono essere interattivi oppure zapper e in questo caso consentono la visione di canali a pagamento solo se corredati da una cam HD.

Altri 2 decoder sono i PVR (Personal Video Recorder) e quelli abilitati all’On Demand Mediaset; i primi permettono di registrare un programma trasmesso sul digitale terrestre su un hard disk interno oppure su supporti come chiavette USB e, se dotati di doppio tuner consentono contemporaneamente di guardare un altro canale.

I decoder On Demand offrono la visione di canali gratuiti e a pagamento ma, su un hard disk interno scaricano a rotazione film e serie del bouquet “Premium Cinema” di Mediaset, da visionare entro un periodo di tempo prestabilito dal fornitore.

La digital key infine, da utilizzare abbinata al decoder Sky, permette solo la visione di canali digitali gratuiti e non di conseguenza, quelli a pagamento.

Commenta il post

Archivi blog

Social networks

Post recenti