Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Il criceto parlante

Una rivista online in continua evoluzione.


Pellicole Oscuranti per auto: guida alla scelta

Pubblicato da Laura su 28 Luglio 2011, 15:18pm

Tags: #Guide all'acquisto

Land-Rover-Discovery-3_3.jpgApplicare pellicole oscuranti sui vetri della propria vettura è utile non solo per garantire una certa privacy a chi si trova al suo interno ma anche per difendere dal calore, dai raggi diretti del sole e da schegge in caso di incidente o rottura accidentale di un vetro.

Gradazioni di colore

È necessario chiarire che non è possibile applicare le pellicole su qualsiasi vetro dell’auto ma è legale farlo solo su lunotto e vetri posteriori ma non sul parabrezza o sui finestrini anteriori; per macchine con lunotti molto curvi e bombati, per aggirare le difficoltà derivanti dall’applicazione, ora sono state immesse sul mercato pellicole più idonee.

Apparentemente, sembrerebbero non esistere differenze significative tra le pellicole invece, al momento della scelta si dovrà tener conto di alcuni elementi fondamentali per non rischiare di trovarsi con un prodotto che non soddisfi le nostre esigenze; non tutte le pellicole offrono infatti lo stesso livello di protezione così come non offrono lo stesso grado di oscuramento.

Le varie gradazioni di colore (dal semi-trasparente o trasparente sino a tonalità molto scure che schermano fino a oltre il 90%), consentono una personalizzazione del design dell’auto in base al gusto personale ma anche una variabile schermatura dei raggi solari, pellicole più scure schermano generalmente più che pellicole chiare; l’oscuramento dell’abitacolo evita che gli interni si deteriorino scolorendosi e garantiscono una temperatura minore, consentendo un inferiore utilizzo del condizionatore e influendo così sui consumi dell’auto.

L'importanza della scheda tecnica

Le percentuali di trasmissione luminosa e dei raggi UV, di energia solare respinta e di riduzione del riverbero, variano a seconda del modello e della marca scelta o consigliata dal rivenditore; maggiore è la riflettenza dei raggi ultravioletti e superiore sarà la tutela degli ambienti interni e delle persone ma più controllata ed equilibrata sarà anche la temperatura. Questo vantaggio lo si percepirà chiaramente quando, dopo aver lasciato l’auto sotto il sole, non ci si ritroverà più con un abitacolo incandescente.

Prima di procedere con l’applicazione della pellicola oscurante sarà bene chiedere all’installatore informazioni precise relative al prodotto che utilizzerà, meglio ancora poter vedere la scheda tecnica e ottenere indicazioni relative ai raggi UV (percentuale di trasmissione, assorbimento e riflettenza), alla luce visibile (percentuale di riflessione e trasmissione), alla percentuale di schermatura e all’energia respinta. Avendo a disposizione questi dati sarà possibile fare la scelta migliore.

Rivolgendosi a una ditta specializzata che saprà realizzare il lavoro nella maniera più corretta non si rischierà di commettere gravi errori mentre, nel caso in cui si disponga di ottime capacità manuali e/o esperienza nel settore si potrà procedere utilizzando uno dei tanti kit fai-da-te reperibili sul mercato.

Commenta il post

Archivi blog

Social networks

Post recenti