Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Il criceto parlante

Una rivista online in continua evoluzione.


Luca Carboni: biografia e discografia del cantautore bolognese

Pubblicato da Laura su 17 Agosto 2011, 15:05pm

Tags: #Musica

1-Luca-Carboni-Teatro-Colosseo-Turin-Italy-Ma.jpgLuca Carboni nasce a Bologna il 12 ottobre 1962 e, iniziato alla musica dal padre, come gli altri fratelli prende lezioni di pianoforte.

Gli esordi

A 13 anni inizia a dedicarsi alla sua grande passione, la chitarra, e l'anno dopo, con alcuni amici, fonda la prima band, i "Teobaldi Rock" in cui riveste anche il ruolo di cantautore; parrocchia e piccoli concerti locali sono il loro palco e lui, convinto del suo futuro nel mondo musicale, lascia la scuola iniziando però a lavorare in un negozio di calzature.

Nel 1981 i "Teobaldi" incidono il primo e unico 45 giri contenente "Odore d'inverno" e "L.N."; l'anno successivo si sciolgono, ma lui, notato dagli Stadio, grazie ai suoi spartiti ottiene un ingaggio e scrive “Navigando controvento” per il loro primo album.

Nel 1984 firma un contratto con la RCA e pubblica "Intanto Dustin Hoffman non sbaglia un film", album di successo che contiene "Ci stiamo sbagliando", celebre singolo che gli permetterà di vincere il Festivalbar sezione giovani; l’anno dopo “Forever” inaugura una tournée dopo la quale, stancato dai ritmi inadatti al suo carattere schivo e riservato, si prende una pausa di riposo che lo conduce ad avvicinarsi alla pittura.

Nel '87 pubblica l'album “Luca Carboni” in cui sono contenuti “Silvia lo sai” e “Farfallina”; star romantica e tenera, insiste a mantenersi in disparte dal mondo del jet set, pur impegnandosi in un tour che lo porterà anche in Spagna.

La consacrazione

Dopo due anni è la volta di “Persone silenziose” con il singolo “Primavera” e la relativa tournée; nel '91 è in Francia con "L'avvenire" mentre nel 1992 arriva la consacrazione definitiva con l’album “Carboni” con cui vincerà un triplo disco di platino. Con “Ci vuole un fisico bestiale” e “Mare mare” vincerà il Festivalbar e il premio di miglior artista dell'anno dando il via al tour che vedrà la partecipazione speciale di Jovanotti.

Tre anni dopo incide "MONDO world welt monde", realizzato senza arrangiamenti, che vedrà la collaborazione di Miguel Bosè per la traduzione in spagnolo da destinare all’Argentina; è del ’98, invece, lo speciale “Carovana”, malinconico, delicato e intimo che, a parte il singolo “Le ragazze”, Luca realizza in casa al computer.

Nel 1999 in concomitanza con la nascita del figlio Samuele esce l'album a lui dedicato “Il tempo dell'amore”, l'anno dopo collabora con Morandi, Dalla e Mingardi all'inno del Bologna Calcio “Le tue ali Bologna”, nel 2001 esce “LU*CA” con dedica al figlio e alla madre, nel 2002 “La nostra storia” (dedica alla compagna), “Le parole” e “Stellina”.

Pubblica poi “Live”, “...le band si sciolgono“,“Musiche ribelli”; è l’ora dei tour e collaborazioni importanti (Ron, Finardi, Ferro...). Il 13/9/2011 è uscito “Senza titolo”, il nuovo album.

Commenta il post

Laura 11/17/2011 20:31


Anche a me, soprattutto quando ero una ragazzina... in pratica nel giurassico :-)


Writer Gioia 11/17/2011 16:51


mi è sempre piaciuto!
Your article is here: http://paper.li/Briccioledinfo/1320583376 - Comment http://www.briccioledinformazione.it/, and I will return!


Archivi blog

Social networks

Post recenti