Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Il criceto parlante

Una rivista online in continua evoluzione.


Come costruire un carica batterie usb fai da te

Pubblicato da F. R. su 17 Ottobre 2012, 09:31am

Tags: #Tempo libero

Caricabatterie usbLa tecnologia che sta dietro la connessione USB è stata progettata in modo tale da rendere questo tipo di collegamento estremamente flessibile, indipendente dal tipo di dispositivi a cui si connette, e per questo adattabile alle situazioni più svariate.

Nato come sistema veloce di trasmissione dei dati peer to peer, in alternativa all’infrarosso ed al bluetooth, oggi in realtà il primo utilizzo del USB è la conduzione di corrente elettrica per ricaricare ed alimentare dispositivi elettronici di ogni tipo.

Grazie all’estrema flessibilità descritta è possibile creare da se, senza troppi sforzi e senza grosse competenze tecniche, un caricatore usb con cui “ridare vita” alle batterie stilo ricaricabili.

Per la costruzione sono necessari un cavetto usb con uscita “femmina” ed un porta batterie tyco electronics. Il cavo deve essere tagliato nella parte corrispondente al maschio: una volta aperto si troveranno al suo interno diversi fili. Unite i fili nero e verde in un unico conduttore.

Il porta batterie può essere o acquistato nei negozi di articoli elettrici o può in alternativa essere estratto da vecchi giocattoli a pile o radio. È una scatoletta all’interno della quale si possono sistemare da 2 a 8 batterie; al di fuori ci sono i due fili per l’alimentazione che vanno collegati (seguendo la stessa colorazione) ai due fili del cavetto usb, quello nero/verde e quello rosso.

A questo punto inserendo batterie ricaricabili nella scatoletta ed inserendo la femmina usb nel pc, avvieremo il processo di ricarica delle pile. Un aspetto interessante è che lo stesso strumento, tramite un opportuno adattatore sulla femmina usb può essere connesso ad un altro cavo simile collegato ad esempio ad uno smartphone che in questo modo verrà alimentato dalle batterie appena ricaricate. Avremo così creato uno strumento in grado di ricaricare le batterie ricaricabili ed all’occorrenza anche utile per ricaricare velocemente il nostro smartphone, magari mentre si è in viaggio o fuori casa.

 

 

Commenta il post

Alessandro 02/08/2014 13:33

Ho realizzato questo caricabatterie per il mio gps Garmin Forerunner 305. Ho notato che quando lo connetto al caricabatterie che ho costruito, per qualche secondo mi appare batteria in carica, poi
va via la scritta, mentre se lo collego al sua caricatore la scritta rimane... Dove posso aver sbagliato? Ho visto che le 4 stilo ricaricabili mi danno 4.98V

monica c. 10/28/2012 22:27

caspita, questo sì che è un consiglio utile!

Il criceto parlante 10/29/2012 13:01



Bene, mi fa piacere 



Tiziana 10/25/2012 19:29

Complimenti a te e a F.R. :-)

Il criceto parlante 10/29/2012 13:02



A lui... io ho solo pubblicato 



Ondamagis 10/19/2012 21:44

ps: considerato da chi proviene (da una smontastampanti/computer ecc.), è un consiglio validissimo! ^_______________^

Il criceto parlante 10/20/2012 18:47



Eeeeeeeh, però non è farina del mio sacco, io smonto ma non rimonto; l'articolo è scritto da un giovane web writer freelance



Ondamagis 10/19/2012 21:43

questa sì che è una buona idea!

Il criceto parlante 10/20/2012 18:46



Yessssss 



Archivi blog

Social networks

Post recenti